Via del Filarete 5 
50143 - Firenze
Tel e Fax 055700420

Teatro Puccini

Teatro Puccini (5)

PROMOZIONE RISERVATA

Venerdì 27 e sabato 28 ottobre ore 21
Una produzione Secol Superbo e Sciocco produzioni in collaborazione con Mismaonda srl
SABINA GUZZANTI
COME NE VENIMMO FUORI

Proiezioni dal futuro
di Sabina Guzzanti
Scenografia: Guido Fiorato
Musiche: Paolo Silvestri
Regia di Giorgio Gallione

Ci troviamo nel futuro. Un futuro finalmente armonico e civile, dove il denaro è tornato ad essere semplicementeun mezzo. Una donna, SabnaQƒ2, sale sul palco tremolante, emozionata per l’incarico che le è stato affidato.Tocca a lei quest’anno pronunciare il discorso celebrativo sulla fine del periodo storico più buio che l’umanitàabbia mai fronteggiato: il periodo che va dal 1990 al 2041, noto a tutti come “il secolo di merda”.
Le celebrazioni della fine del secolo di merda, si svolgono ogni anno perché non si perda la memoria di quantoaccadde in quegli anni terribili e si scongiuri il pericolo che la storia possa ripetersi. Il fatto è che dopo tantotempo, nessuno ha più voglia di arrovellarsi a capire le ragioni che avevano spinto gli uomini e le donne dell’epocaa cadere tanto in basso: frustrazione, ignoranza, miseria, compensate da ore e ore trascorse a litigare sufacebook e a guardare programmi demenziali, incapaci di reagire alle innumerevoli angherie a cui venivanocontinuamente sottoposti. In questo futuro felice, si è diffusa l’idea che gli esseri umani vissuti nel secolo dimerda fossero semplicemente degli emeriti imbecilli e che studiarli sia una perdita di tempo.
Per confutare questa spiegazione sbrigativa, SabnaQƒ2 ha invece preparato una ricerca accurata: ha esaminatola televisione dell’epoca, i suoi leader, le convinzioni economiche e politiche, i passaggi storici nodali: perrestituirci una imperdibile conferenza spettacolo sull’attualità politica e sociale, anche attraversol’interpretazione di una galleria di personaggi contemporanei… consentendo agli spettatori di farsi belle risate,salutari e liberatorie!
Dopo aver concluso il lungo percorso della realizzazione del film La Trattativa, Sabina Guzzanti torna in teatroper incontrare il pubblico con un monologo satirico esilarante. Uno spettacolo essenziale ed incisivo, nato daapprofondite ricerche sul sistema economico post-capitalista o neoliberista su cui l’autrice sta lavorando già daqualche anno. Anche in questo testo, come nei suoi precedenti, l’intento è di affrontare questioni complesse eriflessioni importanti attraverso la comicità e la satira, mettendo il pubblico nella condizione di divertirsi ecapire qualcosa in più.
Biglietti
I settore intero €30  A VOI RISERVATO €24
II settore intero €25  A VOI RISERVATO €19

Mercoledì 1 novembre ore 21
Una produzione Agidi srl
ANGELA FINOCCHIARO e STEFANO BENNI
BESTIA CHE SEI
di Stefano Benni

Stefano Benni e Angela Finocchiaro hanno spessoincrociato le loro vite professionali nell’arco degli ultimi venti anni.
Come scrittore Benni ha realizzato testi teatrali che sono ormai diventati classici della drammaturgiacontemporanea e che, l’attrice milanese ha portato in tournée per molti anni. Da La Misteriosa scomparsa di W,proseguendo con Pinocchia e Benneide fino ad arrivare a Mai più soli.
Con Bestia che sei, il nuovo spettacolopreparato per l’occasione, Stefano Benni e Angela Finocchiaro si ritroveranno sul palco per la prima voltainsieme. Un reading a due voci in cui i protagonisti saranno quegli animali che hanno spesso popolatol’immaginazione dello scrittore bolognese. Animali veri e fantastici, quotidiani e leggendari, gatti diabolici e caniinnamorati, ippopotami filosofi, balene sexy, topi cagoni, babonzi e camulli, ma soprattutto creature ambigue,che ci ricordano che l’homo sapiens è la bestia più ridicola e feroce del cosmo.
Una lettura piena di sorprese ed energia che non potrà che confermare la bellezza di questo binomio artistico.

Biglietti

I settore intero €28 A VOI RISERVATO €22
II settore intero €23 A VOI RISERVATO €17

Venerdì 3 e sabato 4 novembre ore 21
Una produzione Sardegna Teatro
MICHELA MURGIA
QUASI GRAZIA
di Marcello Foise
con Lia Careddu, Valentino Mannias, Marco Brinziregia Veronica Cruciani

Se oggi sono possibili alcune battaglie sulla parità dei sessi èanche grazie a donne che, pur non facendo esplicitamenteattività politica, con le proprie scelte di vita hanno dato un grande segnale di autonomia e indipendenza. GraziaDeledda, partita nel 1900 a ventinove anni dalla Sardegna per inseguire il suo desiderio di diventare unascrittrice, ha pagato molto caro questo strappo dalla propria terra e dalla propria famiglia. Il testo di MarcelloFois racconta tre momenti fondamentali della vita della Deledda. Attraverso questi tre momenti, con la regiavorrei restituire parte di questa vicenda privata, che parla di vita ma anche di letteratura, per arrivare aindagare la questione femminile contemporanea. Quello che sempre mi interessa dei personaggi è il lato umano,quando esso diventa parte di una politica in un senso più ampio. La presenza di Michela Murgia, per la prima voltain scena, è una scelta che rende chiara questa visione registica; un’altra donna e scrittrice sarda la quale si èsempre esposta per combattere i pregiudizi sulla figura femminile e che interpreta un ruolo in cui se stessa e lafigura di Grazia Deledda si sovrappongono e si richiamano come in un contro canto. Insieme agli attori e insiemea Michela Murgia abbiamo costruito una scrittura parallela a quella drammaturgica di Marcello Fois. Unascrittura creativa e scenica che ci permettesse di indagare i diversi piani del rapporto tra realtà e attocreativo, tra realtà e arte. Questa invenzione scenica, alternandosi alla realtà raccontata dal testo, rievoca ipersonaggi dei racconti di Grazia Deledda, tirando in campo tutto il suo immaginario e la sua visionarietà.Portando una ventata di magia e di letteratura viva sulla scena.

Biglietti
I settore intero €28
II settore intero €23 A VOI RISERVATO €15

Martedì 7 novembre ore 21
Una produzione Elastica
EZIO MAURO
I due treni. Lenin e lo Zar.
Cronache di una rivoluzione.un progetto di e con Ezio Mauro
messa in scena e immagini Tommaso Arosio
voce fuori campo Ivano Marescotti

Lenin e lo Zar. I due treni della Rivoluzione di Ezio Mauro con la straordinaria partecipazione di IvanoMarescotti, voce fuori campo Lenin e lo Zar.
I due treni della Rivoluzione è il reading che vede sul palco lostesso Ezio Mauro, accompagnato da grandi immagini dell’epoca e dalla voce fuori campo di Ivano Marescotti. Ilracconto punta l’attenzione su due treni che, a distanza di un mese, attraversano la Russia. Sul primo trenoviaggia Nikolaj Aleksandrovic Romanov, imperatore di tutte le Russie, l’ultimo Zar che sta scendendo dal tronotricentenario della sua dinastia per entrare nella tragedia finale.
Sull’altro, scortato dai suoi compagnibolscevichi, Vladimir Ilic Ulianov, conosciuto come Lenin, il primo rivoluzionario di Russia, che sta per salire alpotere prendendo la guida di una rivoluzione scoppiata nel suo Paese senza di lui, in esilio da 17 anni.È il 1917, l’anno del ferro e del fuoco con due rivoluzioni, a febbraio e in ottobre, in una città-teatro magica etragica come Pietrogrado.

Biglietti
I settore intero € 25 / II settore intero € 20,50 A VOI RISERVATO €15

Giovedì 16 venerdì 17 e sabato 18 novembre ore 21
Una produzione Fabbrica srl in co-produzione con Roma Europa Festival 2017 e il Teatro Stabile dell’Umbria.
ASCANIO CELESTINI
Pueblo
uno spettacolo di Ascanio Celestini
con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei
Suono Andrea Pesce

“PUEBLO” è la seconda parte di una trilogia che comincia con “Laika”. In entrambi i casi si tratta di vicende di personaggi che vivono ai margini della narrazione alla quale siamo abituati. Personaggi che non hanno alcun potere e spesso stentano a sopravvivere, ma si aspettano continuamente che il mondo gli mostrerà qualcosa di prodigioso. Ci credono talmente tanto che alla fine il prodigio accade. Ignorano il potere di Dio o degli eserciti. La loro forza e la loro debolezza sono la stessa cosa, per questo, pur essendo ai margini della società vorrei che riuscissero a rappresentarla per intero. Questo spero di provocare: che lo spettatore professionista borghese, il giovane laureato o lo studente che ancora vive coi genitori si identifichi in un barbone o in una prostituta rumena, non perché vive la stessa condizione sociale, ma la stessa condizione umana. Ascanio Celestini

Biglietti
I settore intero €25 A VOI RISERVATO €19 
II settore intero €20,50 A VOI RISERVATO €15

Quattro spettacoli data fissa posto fisso:

KATAKLO’ in EUREKA - sabato 2 dicembre ore 21
NATALINO BALASSO e MARTA DALLA VIA in DELUSIONIST - giovedì 14 dicembre ore 21
TERESA MANNINO in SENTO LA TERRA GIRARE - venerdì 2 marzo ore 21
SILVIO ORLANDO in LA SCUOLA - sabato 7 aprile ore 21

Quattro spettacoli a scelta libera

ANGELA FINOCCHIARO E STEFANO BENNI in READING - mercoledì 1 novembre ore 21
EZIO MAURO in LENIN E LO ZAR. I DUE TRENI DELLA RIVOLUZIONE - martedì 7 novembre ore 21
TEATRO DELLA LIMONAIA in LE COGNATE - venerdì 10 e sabato 11 novembre ore 21
FRANCESCO PICCOLO in PARTIRE O RESTARE - giovedì 23 novembre ore 21
ALESSANDRO FULLIN in PICCOLE GONNE - giovedì 30 novembre ore 21
MATTHIAS MARTELLI in MISTERO BUFFO - giovedì 7 dicembre ore 21
JACOPO FO in SUPERMAN E’ UNA PIPPA - venerdì 12 gennaio ore 21
NINA’S DRAG QUEEN - venerdì 26 gennaio ore 21
SONICS in TOREN - venerdì 23 e sabato 24 marzo ore 21
LA PARANZA DEI BAMBINI - giovedì 29 marzo ore 21

Prezzi
Intero €142.00
Ridotto CRAL €134.00

Acquisto nuovo abbonamento presso la biglietteria del teatro:

Da giovedì 7 settembre orario invernale giovedì, venerdì e sabato dalle ore 16.00 alle 19.00.
INFORMAZIONI - 055 362067 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Quattro spettacoli data fissa posto fisso:

MICHELA MURGIA in QUASI GRAZIA - sabato 4 novembre ore 21
GIANMARCO TOGNAZZI e FRANCESCA MERLONI in GUARDIANA - sabato 25 novembre ore 21
ALE e FRANZ in NEL NOSTRO PICCOLO - GABER,JANNACCI, MILANO - sabato 24 febbraio ore 21
GEPPI CUCCIARI in PERFETTA - venerdì 16 marzo ore 21GEPPI CUCCIARI in PERFETTA - venerdì 16 marzo ore 21

Quattro spettacoli a scelta libera

ANGELA FINOCCHIARO E STEFANO BENNI in READING - mercoledì 1 novembre ore 21
EZIO MAURO in LENIN E LO ZAR. I DUE TRENI DELLA RIVOLUZIONE - martedì 7 novembre ore 21
TEATRO DELLA LIMONAIA in LE COGNATE - venerdì 10 e sabato 11 novembre ore 21
FRANCESCO PICCOLO in PARTIRE O RESTARE - giovedì 23 novembre ore 21
ALESSANDRO FULLIN in PICCOLE GONNE - giovedì 30 novembre ore 21
MATTHIAS MARTELLI in MISTERO BUFFO - giovedì 7 dicembre ore 21
JACOPO FO in SUPERMAN E’ UNA PIPPA - venerdì 12 gennaio ore 21
NINA’S DRAG QUEEN - venerdì 26 gennaio ore 21
SONICS in TOREN - venerdì 23 e sabato 24 marzo ore 21
LA PARANZA DEI BAMBINI - giovedì 29 marzo ore 21

Prezzi
Intero €142.00
Ridotto CRAL €134.00

Acquisto nuovo abbonamento presso la biglietteria del teatro:

Da giovedì 7 settembre orario invernale giovedì, venerdì e sabato dalle ore 16.00 alle 19.00.
INFORMAZIONI - 055 362067 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Quattro spettacoli data fissa posto fisso:

SABINA GUZZANTI in PROIEZIONI DAL FUTURO –sabato 28 ottobre ore 21
ASCANIO CELESTINI in PUEBLO - venerdì 17 novembre ore 21
FAMILIE FLӦZ in TEATRO DELUSIO - sabato 20 gennaio ore 21
LELLA COSTA e MARCO BILIANI in HUMAN - sabato 17 febbraio ore 21

Quattro spettacoli a scelta libera

ANGELA FINOCCHIARO E STEFANO BENNI in READING - mercoledì 1 novembre ore 21
EZIO MAURO in LENIN E LO ZAR. I DUE TRENI DELLA RIVOLUZIONE - martedì 7 novembre ore 21
TEATRO DELLA LIMONAIA in LE COGNATE - venerdì 10 e sabato 11 novembre ore 21
FRANCESCO PICCOLO in PARTIRE O RESTARE - giovedì 23 novembre ore 21
ALESSANDRO FULLIN in PICCOLE GONNE - giovedì 30 novembre ore 21
MATTHIAS MARTELLI in MISTERO BUFFO - giovedì 7 dicembre ore 21
JACOPO FO in SUPERMAN E’ UNA PIPPA - venerdì 12 gennaio ore 21
NINA’S DRAG QUEEN - venerdì 26 gennaio ore 21
SONICS in TOREN - venerdì 23 e sabato 24 marzo ore 21
LA PARANZA DEI BAMBINI - giovedì 29 marzo ore 21

Prezzi
Intero €142.00
Ridotto CRAL €134.00

Acquisto nuovo abbonamento presso la biglietteria del teatro:

Da giovedì 7 settembre orario invernale giovedì, venerdì e sabato dalle ore 16.00 alle 19.00.
INFORMAZIONI - 055 362067 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dodici spettacoli data e posto fissoDodici spettacoli data e posto fisso
SABINA GUZZANTI in PROIEZIONI DAL FUTURO – venerdì 27 ottobre ore 21
MICHELA MURGIA in QUASI GRAZIA - venerdì 3 novembre ore 21
ASCANIO CELESTINI in PUEBLO - giovedì 16 novembre ore 21GIANMARCO TOGNAZZI e FRANCESCA MERLONI in GUARDIANA - venerdì 24 novembre ore 21
KATAKLO’ in EUREKA - venerdì 1 dicembre ore 21
NATALINO BALASSO e MARTA DALLA VIA in DELUSIONIST - mercoledì 13 dicembre ore 21
FAMILIE FLӦZ in TEATRO DELUSIO - venerdì 19 gennaio ore 21
LELLA COSTA e MARCO BILIANI in HUMAN - venerdì 16 febbraio ore 21
ALE e FRANZ in NEL NOSTRO PICCOLO - GABER,JANNACCI, MILANO - venerdì 23 febbraio ore 21
TERESA MANNINO in SENTO LA TERRA GIRARE - giovedì 1 marzo ore 21
GEPPI CUCCIARI in PERFETTA - giovedì 15 marzo ore 21
SILVIO ORLANDO in LA SCUOLA - venerdì 6 aprile ore 21

Prezzi
Intero €187.00
Ridotto CRAL €175.00

Social

Orario apertura Segreteria

Lunedì - Martedì - Giovedì: 9-12 e 15:30-18:30
Mercoledì: 15:30-18:30
Venerdì e Sabato: CHIUSo

L'associazione

Il CRAL Dipendenti Comune di Firenze è una associazione senza scopo di lucro. Essa prevede di riunire tutti i dipendenti comunali e le loro famiglie attraverso l'affiliazione al circolo stesso per offrire loro una serie di attività ricreative e culturali e numerosi vantaggi in termini di agevolazioni e sconti Continua a leggere

 

La nostra sede

La sede sociale del C.R.A.L. è in via del Filarete, 11 c presso gli impianti sportivi. La nostra Associazione gestisce un bar interno e tre campi sportivi, uno da tennis in terra rossa e due polivalenti tennis/calcetto, di cui uno recentemente ristrutturato in erba sintetica.
La struttura ospita anche gli uffici amministrativi del C.R.A.L. e si avvale della collaborazione di alcuni soci.